ensest porno hikaye adana chat ankara chat turk porno

Bellante, 18 cani lasceranno il canile per finire in strada: esplode la rabbia della rete

Bellante. L’ordinanza sta facendo il giro della rete internet e la bacheca del sindaco di Bellante, Mario Di Pietro, è stata inondata di messaggi di protesta. Gli amanti degli animali, ma anche semplici cittadini, si stanno letteralmente rivoltando contro l’ordinanza comunale che dispone la re immissione sul territorio di 18 cani che finora, alcuni da anni, hanno vissuto in un canile.

 

Diciotto cani vissuti da sempre in canile, che hanno sempre avuto da mangiare e riparo non hanno la capacità di procacciarsi il cibo e saranno buttati in qualche campagna a morire di fame. E’ sempre la solita storia: per loro non ci sono mai soldi. Sono 18 morti in lista d'attesa. Da qui l’appello a “inondare” letteralmente il primo cittadino di mail, cariche di "indignazione" e nelle quali viene chiesto il ritiro dell'ordinanza, "a nome del popolo animalista", con un appello al Mario Di Pietro "uomo", prima che "sindaco".

Cittadini e amanti degli animali hanno “assediato” la bacheca Facebook del primo cittadino, il quale ha risposto dicendosi “amareggiato” dalla questione e chiede di avere la possibilità del contraddittorio. Intanto sul Comune non c’è più traccia dell’ordinanza in questione. Che la protesta forte e sentita abbia sortito i suoi effetti? Pare di si: il sindaco, infatti, avrebbe revocato l'ordinanza.