ensest porno hikaye adana chat ankara chat turk porno

Strappare le unghie a gatti? Pratica riprovevole

E' notizia di questi giorni, diffusa dall'Associazione Aidaa secondo cui in Italia sempre più gatti domestici sarebbero sottoposti alla asportazione chirurgica delle unghie. Certo i divani ne guadagnano  e anche il tempo da dedicare all'educazione dell'animale diminuisce drasticamente dal momento che si risolve il problema alla radice ossia si eliminano le unghie con i quali i gatti procurano il maggior numero di danni. Ma la domanda è: perché si prende in casa un animale se poi non si è disposti a rispettarlo ed anzi lo priviamo volontariamente di una delle sue più importati capacità?

Il gatto è un felino e quindi un predatore e con le unghie caccia, si arrampica. Se lo vogliamo in casa dobbiamo essere coscienti prima di tutto di  quale è la sua indole e le sue esigenze etologiche e, dobbiamo essere pronti ad accettarle. Lo svilupparsi di queste pratiche deplorevoli è frutto di una scarsa educazione ai bisogni dell'animale e ad una scarsa propensione alla adozione consapevole. L'impressione che si ha è che sempre di più gli animali sono avvertiti come oggetti del desiderio, sostitutivi di affetti diversi sempre più difficili da reperire. E allora se il gatto non è proprio il soprammobile che si voleva lo si aggiusta un po'. "Non so quanto sia realmente diffusa in Italia, ma sicuramente e' una pratica che in molti Paesi viene applicata. Ed e' doppiamente riprovevole: per prima cosa, e' fortemente menomante per l'animale, che non e' più in grado di fare tante cose, come ad esempio arrampicarsi sugli alberi. In secondo luogo, il problema che si tenta di risolvere con la deungulazione può essere affrontato con metodiche meno invasive". E' il commento di Pasqualino Santori, presidente del Comitato bioetico per la veterinaria (Cbv), alla denuncia dell'Associazione italiana difesa animali ed ambiente (Aidaa) secondo cui a migliaia di gatti in Italia vengono strappate le unghie su richiesta dei proprietari, affinché non graffino e rovinino i mobili o il divano di casa.