Contro la messa al bando dei gatti di casa scendono in campo i veterinari e le associazioni animaliste

La Fnovi, Federazione nazionale degli ordini dei veterinari,  scende in campo al fianco dei gatti e dei cani a rischio di espulsione dalle case dove una donna è in attesa di un bambino. Lo ha tra le righe consigliato Luciano Onder durante una trasmissione su Rai2. Un brutto scivolone che ha indignato tutti. Soprattutto l medici veterinari ed il loro presidente nazionale, Gaetano Penocchio, che ha preso carta e penna ed ha replicato senza giri di parole. Bravo Penocchio e brava la Fnovi. A dirlo non sono solo i milioni di cittadino che amano i gatti ed i cani, ma anche le associazioni animaliste, a cominciare dall’Enpa di Carla Rocchi. Ora attendiamo una rettifica da parte della Rai che smentisce il suo Luciano Onder.   Una smentita nelle stesse condizioni di audience per spiegare come davvero stanno le cose. La Fnovi e l’Enpa lo sanno certamente.

Il Video di Onder

 

 

Il comunicato Fnovi

La toxoplasmosi secondo Onder - Lettera del Presidente Penocchio alla Rai

Luciano Onder è laureato in Storia Moderna alla Facoltà di Lettere dell'Università La Sapienza ma forse la lunga attività come divulgatore scientifico è apparsa garanzia sufficiente alla Rai per intervistarlo nel corso di una trasmissione molto popolare in merito alla toxoplasmosi. 
Alla signora che ha in programma una gravidanza ed è proprietaria di un cane e un gatto - e a tutti i telespettatori - Onder, consigliando di dare ascolto ad “amici e parenti”, si permesso di dare informazioni errate che oltre a denotare la sua ignoranza in materia hanno amplificato la disinformazione e i pregiudizi su questa zoonosi. 

La Fnovi ha inviato una nota per manifestare il disappunto di tutta la professione medico veterinaria.

Il comunicato dell'Enpa

Televisione. dai gatti rischio toxoplasmosi per le gravidanze? L'Enpa: grave episodio di disinformazione su rai due, chiediamo rettifica

 

Roma, 21 novembre 2013 – «Un gravissimo episodio di disinformazione che, reiterando luoghi comuni privi di qualsiasi fondamento scientifico, potrebbe causare un incremento degli abbandoni di cani e gatti e generare inutili quanto pericolosi comportamenti.» Questa la posizione dell'Enpa, in merito a quanto andato in onda nei giorni scorsi nel corso il programma televisivo “I Fatti Vostri”. In tale occasione è stato infatti consigliato dal giornalista televisivo Onder ad una donna di separarsi dai propri animali d'affezione - addirittura alcuni mesi prima della gravidanza - per evitare di contrarre la toxoplasmosi.

«Su questo argomento sarebbe stato opportuno consultare i medici veterinari, i quali, per il ruolo professionale, rappresentano le persone più titolate ad esprimersi nel merito – prosegue l'Enpa -. In tal modo si sarebbe evitato un grossolano e dannoso errore. Al quale chiediamo di porre doverosamente rimedio tornando a parlare di toxoplasmosi e ripristinando la verità scientifica.»

La toxoplasmosi infatti, come ha precisato anche il presidente della Fnovi, Gaetano Penocchio in una condivisibile nota indirizzata alla Rai e alla persona di Onder, si può contrarre in seguito all'assunzione di alimenti crudi infetti di origine animale e di verdure contaminate e lavate male, o per zoonosi vale a dire attraverso la trasmissione della malattia dall'animale all'uomo. Ma si tratta di una eventualità più unica che rara in quanto prevede l'ingestione delle deiezioni di un felino infetto. Inoltre, come precisa sempre il presidente della Fnovi, la malattia non è mai trasmessa dai cani.

 

«Dunque – prosegue l'Enpa - da un punto di vista prettamente statistico, per una gestante potrebbe essere molto più rischioso, proprio perché il pericolo è più concreto, mangiare una bistecca che non accarezzare il proprio gatto.»