Le verità della Lav sulla vivisezione

Tutta la verità sulla vivisezione: la LAV si è sottoposta alla "prova" della Bocca della Verità, nella storica sede di questo antico rudere romano, per sfatare tre falsi miti sulla sperimentazione animale. Il primo è che  “La vivisezione non esiste più, la sperimentazione animale è infatti un’altra cosa”. La Lav  obietta che la vivisezione è attuale, perché gli animali vivi (e spesso coscienti!) sono sottoposti a interventi come stimolazioni elettriche profonde nel cervello, fratture, lesioni midollari, termo ablazioni, trapianti di organi... tutto senza anestesia! Tragicamente in Italia il numero delle procedure senza anestesia, quindi particolarmente dolorose, sono raddoppiate negli ultimi anni. Questa è vivisezione!

Il secondo mito da sfatare riguarda la indispensabilità della sperimentazione animale: I vivisettori spesso ripetono che, se non si sperimentasse sugli animali, bisognerebbe farlo sugli esseri umani: ma questo accade già! Infatti in tutto il mondo le leggi impongono la sperimentazione sull’uomo dopo i test su animali, prova indiscutibile che non possiamo fidarci dei dati ottenuti negli animali perché, se fossero realmente predittivi, si passerebbe direttamente dal modello animale alla commercializzazione. Ed i numero parlano chiaro secondo la Lav: Il 51% dei farmaci viene ritirato dopo il commercio per gravi reazioni avverse. Il terzo mito riguarda la presunta impossibilità per una coltura cellulare di sostituire la complessità di un organismo. Cani, conigli, topi, etc., sono biologicamente diversi da noi e nessun ricercatore potrà mai affermare di sapere perfettamente cosa succede durante l’esperimento! Infatti dalla differenza genetica (e la loro espressione in proteine), a quella fisiologica, anatomica e fenotipica (nessuno di noi si confonderebbe tra un bambino e un ratto) l’indice di errore aumenta esponenzialmente, come dimostra l’alto indice di fallimento dei test su animali (superiore al 90%) e le gravi reazioni avverse ai farmaci non preventivamente diagnosticate su animali.