Non date cioccolata ai vostri cani

La cioccolata così buona e gratificate per le persone è altamente nociva per i nostri amici a 4 zampe.  Per questo occorre fare la massima attenzione a non lasciarne mai a portata dei cani . Basta che il cane trovi in casa un pò di cioccolata, per rischiare gravissime intossicazioni, fino alla morte dell’animale. Tutto  dipende dal tipo di cioccolato, dalla dimensione del cane e dalla quantità consumata. 
 
La componente tossica, per il cane,  presente nel cioccolato è chiamata teobromina. A differenza degli umani i cani metabolizzano la teobromina molto più lentamente e questo causa un accumulo del livello tossico nel loro apparato.
L’intossicazione da cioccolata, spiegano i tossicologi, è una delle più comuni che si possono verificare negli animali domestici e nei cuccioli. Fortunatamente la maggior parte dei casi si dimostra di scarsa gravità; alcune volte, però, si verificano casi seri con rischio di vita per l’animale.
Naturalmente il grado di intossicazione in cui i cani possono incorrere dipende dal tipo di cioccolata (la fondente è più tossica di quella al latte) e dalla taglia del cane.
Una piccola quantità di cioccolato causerà al vostro cane solamente un disturbo allo stomaco. Probabilmente rigetterà o avrà la diarrea. Tuttavia una quantità maggiore, comporterà effetti collaterali più seri. La teobromina presa in quantità sufficienti può produrre tremori muscolari, attacchi, battito cardiaco irregolare, emorragia interna o infarto.
Se si sospetta che il proprio cane abbia ingerito della cioccolata, avvertono i tossicologi, bisogna anzitutto cercare di capire la quantità ingerita, e poi chiamare il proprio veterinario che saprà consigliare gli interventi necessari.