Fieracavalli 2013: a Verona il mondo equestre è a misura di famiglia

Alla Fiera di Verona tornano i cavalli di tutte le razze del mondo: per quattro giorni tremila esemplari diventano i protagonisti di Fieracavalli, la più longeva e importante manifestazione dedicata al panorama equestre internazionale. La 115a edizione della rassegna è stata presentata questa mattina a Palazzo Barbieri. Come ogni anno sono numerose le iniziative in grado di coinvolgere e divertire ogni tipo di pubblico, dall’operatore di settore fino alle famiglie. Oltre all’unica tappa italiana della Coppa del Mondo di salto ostacoli e di attacchi, in programma le attività ludico-didattiche del Villaggio del Bambino, gli spettacoli del Gala d’Oro Opera! e del nuovo PalaFiera, senza dimenticare il Westernshow e la tradizionale sfilata delle carrozze nel centro storico di Verona. 

Verona, 5 novembre 2013.Oltre tremila cavalli, tra cui Charlie, il pony più piccolo al mondo, e la razza Shire, con gli esemplari più alti. Sono loro i protagonisti indiscussi di Fieracavalli 2013. Quattro giorni, dal 7 al 10 novembre, in cui la Fiera e la città di Verona si trasformano nel più grande palcoscenico equestre internazionale. E dove il divertimento è a misura di famiglia con gli spettacoli serali del Gala d’Oro, la sfilata delle carrozze nel centro storico, senza dimenticare il Villaggio del Bambino e le emozioni della Coppa del Mondo di salto ostacoli. 

La 115a edizione della più importante manifestazione internazionale del settore (www.fieracavalli.it)  è stata presentata questa mattina a Palazzo Barbieri dal sindaco di Verona, Flavio Tosi, dal presidente di Veronafiere, Ettore Riello e dal direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani, insieme al vicedirettore generale di Veronafiere, Mario Rossini, al direttore commerciale di Veronafiere, Diego Valsecchi e al dirigente della direzione Banca Popolare di Verona, Paolo Smizzer.

 

«Chi ama il mondo del cavallo non può mancare  in questi quatto giorni a Verona   ha commentato il presidente di Veronafiere, Ettore Riello –. Ad ogni edizione Fieracavalli batte ogni record con una media di  650 espositori di cui 136 esteri da 24 nazioni, oltre 150mila visitatori, di cui 20mila stranieri da 75 paesi, 20 delegazioni di operatori internazionali, 35 associazioni allevatoriali e più di 180 eventi, gare sportive e convegni».

Numeri che rappresentano un settore vitale nel Paese nonostante la crisi, come ha confermato  il direttore generale di Veronafiere,Giovanni Mantovani: «Il mondo equestre muove in Italia cifre importanti con 50mila addetti e un giro d’affari stimato in 6 miliardi di euro.  Coinvolge 2,5 milioni di appassionati, con 400mila cavalli e 16mila allevamenti. La stessa Fieracavalli contribuisce ogni anno allo sviluppo di questo comparto, generando sul solo territorio di Verona un indotto di circa 40milioni di euro».

Fieracavalli anche quest’anno conferma una delle sue carte vincenti: la trasversalità del format, in grado di accontentare oltre agli operatori del settore, gli sportivi e gli appassionati, fino ai  bambini che possono  vedere da vicino e toccare con mano cavalli di tutte le razze.

«Con questa 115a edizione di Fieracavalli si rinnova una legame storico che dal 1898 unisce la città di Verona e la sua Fiera – ha spiegato il sindaco di Verona, Flavio Tosi –.Quest’anno ci aspettiamo grandi risultati perché questa manifestazione ha sempre la capacità di coinvolgere tutti, dalle aziende alle famiglie, e  presta attenzione, oltre al business, a divertimento, spettacolo e importanti iniziative di valenza sociale quali l’ippoterapia».

 

Proprio ai più piccoli Fieracavalli riserva un intero padiglione, il Villaggio del Bambino: uno spazio ludico-didattico che accompagna  ogni anno 20mila ragazzini alla scoperta del mondo equestre con il “battesimo della sella”, le attività della Fattoria Sociale, lo stand del Parco Natura Viva e l’iniziativa “Un Cavallo per amico”, dedicata alle scuole primarie del comune e della provincia di Verona. Grande attenzione anche all’ippoterapia, grazie alle dimostrazioni pratiche della campionessa di Volteggio Anna Cavallaro e dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie. Sempre per i bambini, infine, da non perdere sabato e domenica  la visita di Peppa Pig,  protagonista della fortunata serie di cartoni animati.

Fieracavalli significa anche spettacolo e quello clou è ancora una volta il Gala d’Oro Opera!, con la regia di Antonio Giarola: tre serate (7, 8 e 9 novembre) dove saggi di volteggio e dressage, virtuosismi tecnici, caroselli e coreografie fanno da cornice alla star dello show, Lorenzo, il “cavaliere volante”. In occasione dei cento anni della Fondazione Arena di Verona, sono in programma anche due omaggi a Verdi e Wagner, nel bicentenario della loro nascita.

 

Novità di questa edizione è il debutto del PalaFiera, una struttura coperta con 1.800 posti a sedere dedicata  alle esibizioni equestri di ogni razza presente in fiera: oltre alle finali del concorso di Talenti & Cavalli, in scena qui anche la prima gara di tiro del tronco con i Cavalli da Tiro Pesante Rapido (TPR), di cui Verona è sede dell’unica associazione italiana riconosciuta TPR.   

Anche per chi ama le atmosfere del vecchio west, Fieracavalli è il posto giusto grazie al Westernshow che ospita il meglio delle gare di monta americana come il circuito di Barrel Racing, le performance di Team Penning e di reining freestyle. Nelle giornate di venerdì e sabato è in programma  il primo campionato Europeo Pony Western, per i giovani cowboy under 17, mentre nel Saloon di Fieracavalli ci si può cimentare in corsi gratuiti di balli country.

Il divertimento continua poi alla sera. Quest’anno tornano le “notti di Fieracavalli”, con la possibilità di vivere il quartiere dalle 19 alle 23, grazie agli eventi folkloristici del Villaggio delle Tradizioni, gli spettacoli del PalaFiera e le gare di line dance al Saloon di Fieracavalli, con le musiche dei migliori dj.

 

A Fieracavalli i riflettori sono puntati anche sullo sport, con le gare della 13a  edizione di Jumping Verona, unica tappa italiana della Longines FEI World CupTM che porta in città il gotha del salto ostacoli mondiale, con ben otto cavalieri che fanno parte della top ten internazionale. Il focus sul settore sportivo quest’anno si amplia con la prima tappa italiana della FEI Word CupTM Driving, riservata ai tiri a quattro.

Infine, torna uno degli appuntamenti più suggestivi  con la tradizionale sfilata delle carrozze d’epoca nelle vie del centro storico di Verona: sabato 9 novembre, oltre trenta tra attacchi singoli, pariglie, tiri a quattro e, quest’anno per la prima volta anche un tiro a sei, si riuniscono per un carosello tra i luoghi più caratteristici  di Verona, accompagnati dalla fanfara a cavallo della Polizia di Stato e con il gran finale in piazza Bra, alle 11.30. Ai piedi dell’Arena, anche le premiazioni della quarta edizione del concorso “Verona in carrozza” e il concerto della Banda Verdi di Parma, organizzato dal Gruppo Italiano Attacchi, in collaborazione con la Banca Popolare di Verona e l’Arma di Cavalleria di Parma.