Spino d'Adda vieta allevamento animali da pelliccia

Il consiglio comunale di Spino d' Adda ha deliberato il divieto di allevare, catturare e uccidere animali per ottenere pelli o pellicce ricavate da animali appositamente allevati, catturati o uccisi sul proprio territorio. Il sindaco Paolo Riccaboni ha fatto sua la mozione proposta dall’associazione UnaRivolta.
Spino continua, quindi, la sua azione di protezione animali: dispone di un regolamento per il benessere animale, di uno stallo temporaneo per cani trovati girovagare in paese e in attesa di essere resi al padrone o portati al canile, una colonia felina riconosciuta e attrezzata, uno spazio sanitario per gatti (in collaborazione con il veterinario e il farmacista locale), ha vietato i botti a San Silvestro e i fuochi d' artificio alla sagra, vieta la sosta a circhi con animali, ha avviato un progetto di conoscenza del cane presso la scuola materna e organizza ogni anno la festa del cane al Parco Rosselli.