Alta Cucina nelle ciotole: lo chef per Fido

Cucina d’autore anche per i nostri cani: il concetto di “alta” cucina è infatti stato adattato alla ciotola. Non solo i tradizionali cibi umidi e croccantini perché negli ultimi tempi il dog food si è indirizzato su un universo fatto di particelle alimentari, prodotti bio con i qulai si realizzano ricette che non hanno nulla da invidiare a quelle create per gli umani.

“Mi ispiro aFerran Adrià - spiega Sara Ricci, specializzata nell’organizzazione di compleanni per i cuccioli di casa-. La passione per questo tipo di attività è nata quando vivevo in California, dove organizzare feste per i propri pet è quasi all’ordine del giorno. Anche se viviamo momenti di crisi questo segmento di mercato è in espansione. Anche se ogni evento è calibrato alle possibilità e al budget del proprietario».

La parola d’ordine? Creatività, ovviamente. Non solo ricette di qualità ma anche innovazione, come applicazione della cucina molecolare. L’uso delle tecniche della gastronomia molecolare può venire incontro alle esigenze di esemplari con problemi di salute: In un piccolo concentrato hanno tutto ciò di cui necessitano. In più, il cibo è gelatinoso e consente una migliore deglutizione. Alla base naturalmente la ricerca delle materie prime: il chilometro zero è di rigore. Attenzione alla qualità del prodotto finale ma soprattutto alla salute del pet: tutte le ricette devono passare al vaglio di un veterinario. Perché il protagonista indiscusso è sempre lui, il quattro zampe.