New York dice addio alle carrozze a cavalli

Per 130 anni sono state una delle attrazioni più suggestive e romantiche della Grande Mela, simbolo di un legame profondo col passato in una città dominata dal progresso. Oggi rischiano di scomparire per volontà del nuovo sindaco di New York, Bill De Blasio. Sono le carrozze di Central Park, i cocchi a quattro ruote trainati da cavalli di razza che hanno portato in giro per i viali del polmone verde della City milioni e milioni di persone. 

Un mestiere, quello del cocchiere, divenuto un’icona secolare di New York, quasi una missione per decine di persone soprattutto di origine italiana, irlandese e turca, che si sono messe alla guida delle carrozze sin da giovanissimi, una volta terminati gli studi liceali. Poi è arrivato il nuovo primo cittadino che, ispirato da uno spirito liberal tutto suo, ha deciso che questo mestiere non poteva essere più tollerato.  

Le sue parole sono chiare: «Metteremo la parola fine alle corse in carrozza. Si tratta di una pratica inumana, non adatta ai nostri tempi. “ Una situazione che ricorda il tema delle “botticelle” a Roma. Anche qui si mescolano tradizioni e business. Che De Blasio riesca a mettere fine a questa pratica obsoleta lo vedremo. Per adesso ha detto chiaramente che così deve essere. A Roma il sindaco cosa vuole fare? Ah, saperlo!!