Ok commissione Giustizia Camera, nascono nuovi reati ambientali

Via libera in commissione Giustizia alla Camera al testo sui nuovi reati ambientali. Il testo, largamente condiviso rappresenta un passo in avanti positivo che parla finalmente di ecoreati e stavolta ci sono tutte le migliori premesse per colmare un vuoto dannoso e ormai immotivato del nostro codice penale.

Il testo varato dalla commissione introduce nuovi delitti, come il disastro ambientale e il traffico di materiale radioattivo, rafforzando cos gli strumenti di contrasto alla devastazione del territorio. Tra le nuove norme, spiccano il ravvedimento operoso che introduce sconti di pena in caso di bonifica e la confisca obbligatoria dei profitti del reato e dei mezzi utilizzati. Raddoppiano, inoltre, i termini di prescrizione.

E’ un testo che potrà dare una adeguata ed efficace tutela dell’ambiente in sede penale, in piena sintonia con la direttiva comunitaria del 2008 che è stata fin qui recepita dall’Italia solo formalmente. Quando sarà legge, non solo si avranno a disposizione norme repressive efficaci per combattere fenomeni criminosi sempre più diffusi e ad altissimo allarme sociale, ma anche strumenti per incentivare bonifica e ripristino. Questi gli auspici. Vedremo come andrà nel concreto.