Boom di cani rapiti

Guai a lasciarli in macchina o liberi nei  giardini: il rapimento dei cani è ormai diventato un pericolo diffuso. Non è una esagerazione, ma un rischio reale perché i cani rapiti nel lo scorso anno sono stati oltre 15 mila. Un fenomeno che ha segnato un incremento rispetto al 2012 del 20%. I cani spariscono dai giardini delle case, dai parchi nei quali passeggiano senza guinzaglio o dalle auto in sosta nelle quali spesso vengono lasciati ad aspettare.  Terribile la loro fine: quelli di taglia grande finiscono nel giro dei combattimenti clandestini o vengono spediti nei laboratori del Nord Europa per la vivisezione. Quelli di razza sono sfruttati per la riproduzione. I consigli per evitare che il vostro cane finisca nelle mani di criminali del genere sono semplici: non lasciatelo mai da solo in auto, anche se per poco tempo; mai legarlo ad un paletto fuori da un negozio: se non può entrare sceglietene un altro dove è bene accetto o rinviate la passeggiata con lui a dopo le compere. Occhio anche al giardino: evitate di lasciarlo per ore e ore da solo, così diventa facile preda dei ladri. Slegate il cane solo nelle aree protette destinate a loro.