La notte degli gnomi per salvare i rospi

Sfatiamo una leggenda metropolitana! La primavere la annunciamo i rospi e non le rondini. Questa specie protetta, innocua per l’uomo ma utile all’agricoltura perché predatrice di insetti, non appena le condizioni meteorologiche diventano favorevoli, durante la prima notte di pioggia primaverile abbandona la propria tana per far ritorno alla zona umida della sua nascita.
Nel corso di questa “migrazione di massa”, che abbiamo scelto di chiamare “La Notte degli Gnomi” poiché tali simpatici personaggi delle fiabe traggono origine proprio dai rospi, molti di questi anfibi restano uccisi quando, abbagliati dalle luci delle autovetture, per la paura si immobilizzano in mezzo alla strada.
Da diversi anni la struttura Flora, fauna, caccia e pesca dell’Assessorato dell’agricoltura e risorse naturali della Valle d’Aosta organizza operazioni di recupero dei rospi nelle località storiche di passaggio e li aiuta a superare indenni gli attraversamenti stradali, analogamente a quanto avviene in altre regioni italiane e in diversi Paesi europei. Trattandosi di interventi di valore ecologico ed ediucativo – e vista la buona partecipazione di persone desiderose di collaborare al salvataggio di questi animali nel corso della prima Notte degli Gnomi – si è deciso di riproporre anche questa primavera, con la collaborazione del Corpo Forestale della Valle d’Aosta e della Polizia di Stato della Questura di Aosta, un’analoga iniziativa, a tutti i volontari che desiderino parteciparvi, nei comuni di Arnad, Brissogne e Villeneuve.

Per aderire all’operazione è necessario contattare la Segreteria della struttura Flora, fauna, caccia e pesca ai seguenti recapiti: 0165.776218 This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. / 0165.776401 This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. .