Compie 100 anni e cambia nome

Da 100 anni rappresenta una difesa sicura  della nostra salute alimentare e di quella degli animali. Si tratta dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana che per l’occasione ha realizzato una riorganizzazione della propria struttura ed ha cambiato nome: verrà intitolato a «Mariano Aleandri» direttore dell'Istituto dal 1976 al 1994. Da un secolo, l'Istituto Zooprofilattico si occupa quotidianamente della salute pubblica con oltre 2 milioni di analisi l'anno su tutti i prodotti di origine animale. Fondato nel 1914 per combattere le malattie del bestiame, oggi è sede di 10 Centri di riferimento regionali e di 6 Centri di Referenza Nazionali, fra cui l'ultimo, sulla Medicina Forense Veterinaria unico in Europa. L'istituto, con i suoi 500 dipendenti, è costantemente impegnato nella ricerca sulle malattie e sul miglioramento delle tecniche di allevamento e di profilassi del bestiame.
Sono oltre 70 i corsi di formazione rivolti ai dipendenti e al personale tecnico scientifico del servizio veterinario nazionale, 9 i progetti di formazione nelle scuole. L'istituto, infine, fornisce il proprio supporto ed esperienza nell'ambito della gestione delle emergenze veterinarie quali ad esempio l'influenza aviaria, la tipizzazione di specie per la carne equina e la moria di cetacei da morbillivirus, che nel 2013 ha provocato il decesso di oltre 100 delfini sulle coste italiane.