Cannabis per uso medico anche per gli animali

Alcuni medici veterinari sostengono da tempo l’utilità in alcune condizioni e per specifiche patologie la possibilità dell'uso medico della cannabis anche per gli animali.

Già esistono in commercio integratori a base di canapa per cani e gatti anche se sembra che non esista nessuna ricerca o dati scientifici sugli effetti medicinali della marijuana anche per la somministrazione provvisoria del farmaco per animali.

Negli Stati Uniti si è convinti della utilità terapeutica della marijuana, che oggi, sebbene illegalmente, viene comunque raccomandata da diversi medici americani a malati di cancro e di Aids o come un trattamento utile per le persone che soffrono da dolore cronico, nausea legata alla chemioterapia, convulsioni epilettiche.

Ora, i proprietari di animali ed anche alcuni veterinari sostengono che l'uso della cannabis potrebbe aiutare anche gli animali a gestire dolori e malattie croniche.

Secondo alcune testimonianze gli animali domestici curati con la cannabis durante le ultime settimane della loro vita, specie dopo che avevano subito interventi di chirurgia per rimuovere i tumori, non solo hanno smesso di guaire durante l'uso della cannabis, ma hanno iniziato a mangiare, ingrassando e a riprendere a muoversi ancora una volta.

Naturalmente occorre rispettare le norme che in Italia disciplinano l’utilizzo della cannabis  che per essere permesso avrebbe bisogno di un intervento legislativo che nel rispetto della normativa penalistica vigente in materia, ne renda meno difficoltoso e soprattutto meno dispendioso l'accesso a chi ne ha veramente bisogno.