Non è vero che le gazze sono ladre

Che le gazze siano ladre è una credenza così tanto radicata nelle persone da essere riportata in opere letterarie e musicali che si rifanno a questo cliché. "La gazza ladra" è il titolo di una celebre opera di Gioacchino Rossini andata in scena per la prima volta a Milano nel 1817. Leggenda vuole che le gazze rubino oggetti luccicanti di tutti i generi compresa argenteria e gioielli per poi portarseli nel nido. La verità è che a parte le credenze popolari non si sono mai osservati uccelli accumulare qualcosa di diverso da scorte alimentari. La gazza nasconde le scorte di cibo praticando con il becco dei buchi nel terreno e poi come tutti i corvidi, lo ricopre con la terra o materiale vegetale per nasconderlo. Nel giro di pochi gironi, grazie alla straordinaria memoria per i luoghi, di cui è dotata, ritrova il nascondiglio e consuma il cibo immagazzinato.