Negli usa e' allarme per gli snack tossici, deceduti 600 cani. l'Enpa chiede controlli anche in italia

Roma, 23 ottobre 2013 – Controllare scrupolosamente gli snack per cani importati dalla Cina. Lo chiede l'Ente Nazionale Protezione Animali al Ministero della Salute dopo che negli Stati Uniti 600 animali sono morti ed altri 3.600 hanno sviluppato gravi patologie al fegato e disturbi gastrointestinali in seguito al consumo di questo tipo di alimenti.

Fonti della Food and Drug Administration (FDA) amettono che non è ancora è chiaro cosa abbia causato i decessi; secondo un veterinario americano potrebbe trattarsi di una tossina poco diffusa negli Stati Uniti. Tossina che potrebbe arrivare anche nel nostro Paese.

«Siamo estremamente preoccupati perché con la circolazione globale delle merci gli snack adulterati potrebbero arrivare anche in Italia – commenta il direttore scientifico dell'Enpa, Ilaria Ferri -. Del resto, non sarebbe una novità. Purtroppo il nostro Paese non è nuovo ad episodi del genere.»

Per questo, l'Enpa chiede al Ministero della Salute di predisporre con urgenza tutti i controlli necessari ad assicurare che i mangimi commercializzati in Italia non siano contaminati con sostanze nocive.