Un cane è per sempre

La scelta di adottare un cane può essere determinata da numerosi fattori sociali che vanno dal piacere di avere un amico fedele, dalla necessità di avere una compagnia per combattere la solitudine o dalla moda del momento di passeggiare per le vie del centro con un cane di razza costato un patrimonio.

Dobbiamo ricordare che il cane non è indispensabile all'uomo mentre l'uomo è indispensabile al cane.

Tale affermazione, condivisa o meno dai cinofili, ci deve far riflettere ed eventualmente prendere in considerazione quelle alternative che, oltre a risolvere comunque i nostri problemi, non mettono il nostro cane in condizione di avere delle responsabilità che da solo non è in grado di assolvere.

Ecco alcune risposte che un futuro possessore di cane dovrebbe darsi: 

  • la mia famiglia è unanimemente d'accordo sull'adozione
  • sono cosciente della responsabilità che mi sto assumendo
  • mi sono informato sulle problematiche della razza, caratteriali e di mantenimento
  • ho educato i miei figli a non trattarlo come un giocattolo
  • sono consapevole che dovrò accudirlo per tutta la sua esistenza
  • provvederò a stipulare una assicurazione che copra i rischi a cui andrò incontro
  • conosco il regolamento comunale e sono disposto ad osservarlo
  • abito in condominio, e ho controllato il regolamento condominiale
  • ho verificato che i vicini non saranno disturbati dalla sua presenza
  • ho verificato che l'ambiente è adatto alle sue caratteristiche
  • ho un giardino ma ho già provveduto a metterlo in sicurezza
  • ho spazio a disposizione per una buona convivenza
  • ho tempo a disposizione per evitare il suo isolamento sociale
  • sono disposto ad educarlo personalmente, per la sua giusta socializzazione
  • ho già previsto la sua adeguata sistemazione durante le vacanze della famiglia
  • ho possibilità economiche per fornire le vaccinazioni, le cure mediche ed un’adeguata igiene
  • ho possibilità di mantenimento (i costi variano a seconda della taglia)
  • ho possibilità di accudirlo fornendolo di adeguate dotazioni
  • ho molta pazienza per superare gli inevitabili problemi in particolare dei cuccioli
  • accetto la sua natura senza tentare di umanizzarlo
  • verrà considerato a pieno titolo come un componente della famiglia

E’ statisticamente provato che una buona percentuale delle persone che hanno scelto di adottare un cane, indipendentemente dalle motivazioni che le hanno spinte a farlo, si sono pentite dopo poche settimane di convivenza per i disagi che tale condizione comporta.

A questo punto si innescano quei comportamenti "tipicamente umani" che tutti conosciamo e che rendono quelle persone, presunte amanti dei cani, in accaniti oppositori di quell'innocente essere vivente che sporca, abbaia, ha fame e ti sta sempre fra i piedi.

C'è chi si fa in quattro per trovare una nuova sistemazione per quel peso morto che gira per casa, adducendosi mille pretesti per giustificare il proprio errore. I più tentano di rifilarlo a qualcun altro, senza chiedersi se, per il cane, sarà la soluzione più appropriata, ciò che più conta è avere la coscienza a posto. Ma c'è di peggio. Esistono quei presunti esseri umani senza scrupoli che, non avendo nessuna coscienza, risolvono il problema come solo i vigliacchi sanno fare, lo abbandonano senza domandarsi quale sarà il suo destino.Ci siamo mai chiesti cosa prova un cane, ed un cucciolo in particolare,essere sballottato in ambienti diversi e sconosciuti? Bene! prima di adottare un cane, domandiamocelo!

Prima di portarci a casa un cane riflettiamo attentamente o facciamoci consigliare da chi conosce l’argomento, qualsiasi possa essere la scelta che faremo, se ponderata, potrà solo renderci soddisfatti e privi di problemi sconosciuti da risolvere.

Un cane non si compra, si adotta, ed è per sempre.

Nergio

Dalla parte del cane  http://www.dallapartedelcane.it

Facebook  https://www.facebook.com/nergio.dallapartedelcane

More in this category: Perchè educare il cane »