Danneggiata la statua del cane Angelo

Sembra proprio non esserci pace per il povero Angelo, il cane che nel giugno del 2016 è stato ucciso per divertimento da un gruppo di ragazzi calabresi, che ne hanno filmato le torture inflitte e la morte caricando poi, il video,  sui social.

La sua statua, realizzata dall'artista Alessandro Di Cola ed installata nell'area verde del parco Ravizza di Monteverde a Roma, è stata oggetto di un atto vandalico che gli ha distrutto la coda.

Angelo era un randagio, innocuo e socievole e sulla sua morte si è pensato anche di realizzare anche un cortometraggio, “Angelo - Life of a Street Dog” perchè la sua storia potesse essere ricordata.  

Ha commentato il gesto vandalico anche il presidente della commissione Ambiente di Roma Capitale, Daniele Diaco: "Un gesto deprecabile compiuto nei confronti di uno dei simboli in onore di tutti gli animali vittime di violenze. La Commissione ambiente condanna fermamente un episodio grave intollerabile. Auspichiamo che le autorità deputate a garantire la sicurezza svolgano le indagini del caso e assicurino presto i responsabili di questo scempio alla giustizia. Nel frattempo, metteremo in atto ogni iniziativa utile a sensibilizzare la cittadinanza su un atto così vile ed incomprensibile".

Teneri Cuccioli